Specie per chi lo utilizza da poco, può risultare difficile capire come avere cura dell’apparecchio acustico e come risolvere i diversi problemi che possono sopraggiungere durante il suo utilizzo. Per questo motivo abbiamo raccolto alcune informazioni che possono fungere da piccola guida per chi si appresta a utilizzare un ausilio audiologico.

Prima di tutto quando si inizia a utilizzare un apparecchio acustico per la prima volta occorre darsi del tempo per potersi abituare: è essenziale non pretendere troppo all’inizio, non aspettarsi di sentire più del necessario e avere pazienza, in quanto l’apparato uditivo ha necessità di riabituarsi a sentire suoni da tempo dimenticati. In particolare, può essere utile indossare l’apparecchio acustico per più tempo possibile quando si è a casa propria, e rimuoverlo invece in quelle situazioni in cui il suono provoca fastidi o quando si è troppo stanchi di portarlo, ricordandosi di riprendere appena possibile.

Dopo una prima fase di familiarizzazione, inizia la vera e propria convivenza, che implica necessariamente una attenta cura dell’apparecchio acustico.

È molto importante:

-pulire l’apparecchio una volta al giorno utilizzando il kit di pulizia adatto (fornito all’interno del centro acustico);

– non utilizzare per la pulizia prodotti non autorizzati dall’audioprotesista, come acqua, fonti di calore, detergenti aggressivi o altro;

– periodicamente sottoporre il dispositivo alla pulizia accurata dell’audioprotesista per la rimozione di accumuli di cerume etc.;

-controllare le batterie, avendo cura di acquistarne di nuove prima che si esauriscano le precedenti, in modo da non restare senza improvvisamente;

-rimuovere le batterie dal vano e lasciarlo aperto se non si utilizzerà l’apparecchio acustico per lungo tempo;

-non indossare l’apparecchio acustico: in doccia, in vasca, al mare, in piscina, in luoghi umidi come saune e bagni turchi, mentre si usa il phon, lacche o altri prodotti spray;

-periodicamente tornare nel centro acustico per una revisione da parte dell’audioprotesista, il quale verificherà che l’apparecchio sia perfettamente funzionante e regolato in base alle esigenze di chi lo indossa.