Il rumore bianco e gli acufeni, qual è la relazione?

Partiamo con ordine e con una piccola digressione per comprendere meglio i concetti e la relazione che sussiste tra rumore bianco e gli acufeni.
Il rumore bianco è una sinestesia: l’associazione espressiva tra due parole pertinenti a due diverse sfere sensoriali. In questo caso la vista e l’udito sono associati in un unico concetto.
Dopo questa piccola digressione letteraria entriamo invece nel merito di cosa effettivamente è un rumore bianco.

In natura il bianco, è un colore che nasce dalla sovrapposizione di tutti i colori visibili. Allo stesso modo, questo principio, è applicabile anche al mondo dei suoni. Il suono bianco quindi nasce proprio dalla sovrapposizione di tutti i rumori. Nello specifico potremmo dire tranquillamente che è la somma di tutte le frequenze udibili possibili.
Gli acufeni invece sono un disturbo uditivo costituito da rumori (come fischi, ronzii, fruscii, pulsazioni ecc.) che l’orecchio percepisce come fastidiosi al punto da influire sulla qualità della vita del soggetto che ne è affetto.

Il problema principale che si ricollega agli acufeni è la chiave di volta di questa relazione. Il rumore viene avvertito nonostante nessuna fonte esterna lo abbia generato. Il fastidio legato a questo costante rumore, spesso viene risolto sovrapponendo ad esse un altro rumore che maschera l’acufene coprendolo. La difficoltà però risiede in questo: gli acufeni, proprio perché non generati da fonte esterna non sono registrabili. Ciò rende difficile valutare e definire con quale rumore mascherarli. Il rumore di un ruscello o del vento, in alcuni casi, sono efficaci. Purtroppo però gli acufeni, e chi ne soffre lo sa bene, possono variare repentinamente di intensità e soprattutto nella tipologia di rumore.

Ma quindi qual è la connessione tra il rumore bianco e gli acufeni?

Ebbene il rumore bianco viene utilizzato proprio per lenire il fastidio generato dagli acufeni riproducendo un costante rumore di fondo che copre quello degli acufeni grazie all’ausilio degli apparecchi acustici.

Rumore su rumore: Ma non sarà ancor più fastidioso?

Vi starete sicuramente chiedendo questo ma vi assicuriamo che non è così. I suoni bianchi vengono addirittura spesso utilizzati per far addormentare i bambini. Il fatto che il suono sia costante e che si generi dalla sovrapposizione di tutte le frequenze udibili permette di abbattere il rumore degli acufeni senza compromettere la capacità uditiva della persona rispetto a tutti gli altri suoni della vita quotidiana.

Studi scientifici, pazienti e persone affette da acufeni hanno riportato degli effettivi benefici e un miglioramento davvero notevole della loro qualità della vita. Una minore percezione degli acufeni senza compromettere l’ascolto del mondo che ci circonda, dei nostri cari, del suono della vita.

Tutto questo grazie agli apparecchi acustici. Se soffri di questo problema, vuoi ulteriori informazioni sui suoni bianchi, gli acufeni e su come gli apparecchi acustici possono aiutarti in questa problematica non esitare a contattarci o a fissare un controllo dell’udito gratuito presso il nostro centro.